10waysmakeup

Beauty and makeup blog

Latest post

Neve Cosmetics Cipria Flat Perfection Alabaster Touch | Impressioni

Neve Alabaster Touch Cipria Flat Perfection

Oggi ritorno con un altro post di prime impressioni.
Lo so che sarebbe molto più interessante leggere vere e proprie recensioni rispetto ai post di "anteprima", ma volevo parlare della nuova cipria di Neve Cosmetics prima che scadesse la promozione in corso.
Per vari motivi che vi spiegherò nel post mi è ancora prematuro dare un giudizio definitivo ad Alabaster Touch, ma spero che la mia esperienza fino ad oggi vi possa essere utile lo stesso per riempire succulenti carrelli virtuali - fatelo anche per me, vi prego! - .
Com'è Alabaster Touch e come si comporta rispetto alle altre ciprie in casa Neve?

Neve Alabaster Touch Cipria Flat Perfection


Neve Cosmetics sta ampliando pian piano la linea Flat Perfection, inizialmente dedicata ai fondotinta compatti, con le ciprie pressate, che vanno ad affiancarsi a quelle minerali. E' una scelta che ho approvato sin dall'inizio perché, per quanto siano versatili le polveri libere, trovo di più immediato utilizzo il concetto di cipria compatta, anche per portarla in giro e ritoccarsi al volo.


La linea di ciprie di Neve si componeva già di Velvet Matte e Drama Matte: quest'ultima la possiedo sin dalla sua uscita ed è quella che vedete quasi agli sgoccioli nella foto qui sopra. 
La nuova Alabaster Touch viene descritta così:
Cipria in polvere pressata dalla formula silicone-free, vegetariana e vegana.
Impalpabile e trasparentissima. Il suo delicato sottotono caldo contrasta la pelle spenta donando un finish sano e vellutato.
Ideale per fissare i prodotti liquidi e cremosi o semplicemente per perfezionare la texture della pelle senza inaridirla. 
Anche se nel packaging è identica alla Drama Matte, Alabaster presenta varie differenze con quest'ultima.
A livello di texture è decisamente più vellutata e burrosa, mentre la prima ha la tipica superficie liscia e secca delle polveri trasparenti, pur rimanendo scorrevole al tatto. La consistenza di Alabaster mi piace molto, trovo che sia più funzionale all'aderenza del prodotto sul viso.
Rispetto alla Drama Matte, che è trasparente e quindi adattabile a diversi incarnati, l'Alabaster è lievemente colorata - a differenza di quanto detto nella descrizione ufficiale - e dal sottotono giallo. Non è pigmentata ai livelli classica cipria colorata, però io trovo che rilasci un velo di colore quando si comincia a stratificarla e quindi non penso possa funzionare indistintamente su ogni tonalità di pelle. Su di me risulta, ahimé, un po' troppo scura e calda per fondersi con l'incarnato e me ne accorgo generalmente dopo qualche minuto dall'applicazione.
Per darvi un riferimento la mia carnagione corrisponde approssimativamente a un NC15 di MAC, perciò sottotono caldo sì, ma il mio colorito è piuttosto pallido: pertanto, anche quando sul viso utilizzo prodotti a base fortemente gialla questi rischiano di essere troppo scuri e/o aranciati. Per tale motivo sto sfruttando l'Alabaster Touch più come bronzer che come vera e propria cipria, avendo cura di distribuirla bene onde evitare spiacevoli chiazze. Più che ravvivante, diciamo che su di me sortisce un effetto abbronzante: d'altronde la mia carnagione non si ingrigisce come, ad esempio, le pelli olivastre. Credo che per queste Alabaster assolva molto meglio il compito di ravvivare il colorito spento.

Neve Alabaster Touch Cipria Flat Perfection

Essendo così calda ho provato anche a utilizzare Alabaster lungo le occhiaie, per fissare il correttore e contrastare meglio il colore livido: anche qui, potrebbe funzionare bene su pelli leggermente più scure delle mie o che hanno delle occhiaie più marcate, mentre su di me si nota lo stacco tra il pallore del viso e l'alone giallino nel contorno occhi. 

Il potere opacizzante di Alabaster è più leggero rispetto, anche qui, alla Drama Matte e sono certa sia riconducibile al fatto che la sua prima funzione debba essere quella ravvivante, piuttosto che quella opacizzante. In compenso il finish è bello e impalpabile, la trovo una cipria davvero leggera sulla pelle che attenua le zone lucide senza risultare polverosa (anche con lo specchio ingrandente 7x la grana della pelle rimane piuttosto naturale), perciò credo che sarà molto apprezzata dalle pelli non eccessivamente grasse. 

A livello di durata non mi sento ancora di esprimermi per il semplice motivo che, al posto del fondotinta, sto utilizzando una crema colorata (la mia pelle è particolarmente stressata e sto seguendo una terapia dalla dermatologa) e rispetto al mio solito Studio Fix Fluid non ha lo stesso potere matificante: difatti qualsiasi cipria ultimamente ha una durata minore rispetto al solito e non vorrei condizionare le mie impressioni sulla tenuta di Alabaster in un periodo eccezionale come questo. In generale, però, la mia pelle è mista a tendenza grassa e nessuna cipria in mio possesso fa miracoli e devo riapplicarla più volte nel corso della giornata.
La mia intenzione è di provare questa new entry sopra al mio consueto fondotinta e con un velo di abbronzatura!

Per il momento mi sento di consigliare Alabaster alle pelli meno chiare della mia che hanno bisogno di riscaldare l'incarnato e che non hanno pesanti esigenze di opacizzare il viso. Mi piace molto la texture e il finish, peccato solo che alteri il mio colore di base ma, come già scritto, farò altre prove su una pelle più dorata quest'estate!

Alabaster Touch è vegetariana e vegana, contiene 8 gr di prodotto al prezzo di 14,90 €. Al momento sul sito di Neve è in corso una bella promozione consistente in un 20% di sconto su tutti i Flat Perfection e in un 50% sulle spese di spedizione fino al 22 Maggio.

Avete già provato Alabaster Touch? Funziona bene su di voi?

Neve Alabaster Touch Cipria Flat Perfection